«

»

A breve il lancio del Tour Virtuale della Villa di Nerone

Del maestoso Palazzo Imperiale voluto dall’Imperatore Nerone ad Anzio  restano oggi le fondamenta, che costituiscono già da sole un reperto archeologico di immenso valore capace di attirare ogni anno tantissimi visitatori: ma che cosa succederebbe se quei resti prendessero vita e tornassero agli occhi del visitatore al loro antico splendore?
È quanto accadrà quest’estate ad Anzio con il lancio del progetto “TOUR VIRTUALE nella VILLA DI NERONE” ideato dalla dottoressa Anna Di Lallo, Project Manager, in collaborazione con l’Assessore alla Cultura del Comune di Anzio Laura Nolfi, con il sostegno dell’attuale sindaco De Angelis che ha sempre puntato sulla valorizzazione del Palazzo Imperiale .
Il  progetto che punta ad una musealizzazione innovativa dove il turista da spettatore passivo diviene protagonista dell’esperienza culturale , ha già ottenuto il patrocinio del MiBACT ed è stato inserito nel calendario degli eventi nazionali del 2018,  Anno Europeo del Patrimonio Culturale.
In virtù di strumenti  digitali innovativi e testi di approfondimento tematico resi attraenti e fruibili da una voce narrante , la visita alla Villa di Nerone diventerà un’esperienza attraente non solo a livello visivo ed emotivo, ma anche cognitivo, trasformando le tradizionali modalità di apprendimento. Il visitatore si troverà immerso in uno spazio fisico e logico dove ogni elemento è pensato in relazione alla possibilità di fungere da supporto alle realtà virtuali: dalle luci, alla musica, alle elaborazioni grafiche di immagini. Questo spazio, virtuale, emozionale e partecipativo sarà allestito con pannelli illustrativi nei quali l’esistente è a confronto con la realtà dell’epoca, così come era stata pensata ed ideata, attraverso una selezione delle immagini più suggestive corredate da testi semplici e intuitivi.
“Lo sviluppo del modello è partito da un’analisi della percezione che l’utente ha della Villa di Nerone- spiega la dott.ssa Di Lallo” – attraverso lo studio dei principali canali social in modo da garantire la fruibilità dell’esperienza ad un pubblico più vasto ed eterogeneo, con particolare riferimento ai consumatori 2.0 , la prima generazione di utenti digitali  che registrerà un notevole trend di crescita fino al 2020. Per questo è stata studiata una nuova brochure della Villa di Nerone anche in versione digitale che permetterà anche ai giovanissimi di apprezzare il patrimonio storico culturale della città , aspetto rilevante per lo sviluppo turistico della Regione Lazio.